L'arte del Bastone Siciliano



L'arte del bastone siciliano nacque geograficamente tra le pendici del vulcano Etna e Giarre e si diffuse velocemente verso S. Domenica Vittoria, Lentini e Paternò. Le sue origini risalgono ad un periodo compreso tra il 1200 e 1600 nel contesto agro-pastorale.

Il bastone veniva usato dai pastori per difendersi dai briganti e dagli animali. Il bastone siciliano diventò presto un'arte marziale semiclandestina molto efficace che nel dopoguerra venne proibita per la sua pericolosità, già all'inizio del secolo scorso a Paternò si usava risolvere le questioni tra uomini con un duello che difficilmente portava alla morte perchè di solito era sufficiente umiliare il proprio avversario.

Le cause spesso erano questioni d'onore, di gioco, cavalli, donne e i luoghi in cui si svolgevano i duelli erano spesso le campagne in periferia per evitare i controlli.Da questa usanza ne ricaviamo oggi l'arte marziale insegnata già dagli anni '80 ed associata al Karate Shotokan.

In questa arte si seguono 6 principi fondamentali:

  • Muliné, Corridoio Stretto, Corridoio Largo
  • Giro Aperto con Mezzo Muliné
  • Giranti Indietro e Avanti
  • Quattro Pareti
  • Quattro Angoli
  • Cacciacani.
  • Il Bastone da noi praticato proviene dalla zona Catanese, precisamente dalla città di Calatabiano, ed il nostro Capobastone è il Prof. Sebastiano Conti.